Gli occhiali da sole della bancarella fanno male?

Spread the love

L’estate ci sta avvolgendo con il suo calore e la sua luce.
Dopo una primavera fredda e piovosa siamo contenti del repentino cambiamento che giugno ha portato con sé.
Possiamo iniziare a pensare alle vacanze, al mare, alla spiaggia.
Ci vediamo già stesi sotto l’ombrellone a rilassarci, intenti a spalmarci la protezione per proteggerci dal primo sole.
Indossiamo i nostri occhiali da sole per riparare gli occhi mentre, distesi sulla sdraio, ci godiamo il meritato riposo.

Ed è proprio di occhiali da sole che vogliamo parlare.

Da decenni la scienza ha dimostrato quanto possano essere dannosi i raggi ultravioletti per il nostro organismo.
Possono provocare danni particolarmente gravi anche all’occhio, in particolare alla retina, innescando molte patologie degenerative.
Questi effetti sono amplificati dalle modificazioni provocate dall’inquinamento allo strato dell’ozono atmosferico.  

Per fortuna oggi la tecnologia ottica mette a disposizione dei materiali per lenti altamente protettivi che riescono a bloccare tutte le radiazioni UV. 

Una minima protezione UV la troviamo su tutte le lenti oftalmiche, quelle degli occhiali correttivi dei difetti di miopia, ipermetropia, astigmatismo. Le migliori fabbriche di lenti hanno in catalogo anche lenti costruite con i materiali più protettivi che esistono attualmente. 

Per gli occhiali da sole la situazione è molto più delicata. La legge impone che i filtri solari, le lenti colorate che dovrebbero proteggere gli occhi, debbano essere in grado di bloccare i raggi UV fino ai 400 nm, ossia quelli più dannosi per l’occhio umano. 

Quando compriamo degli occhiali da sole sulle bancarelle dei mercatini siamo attratti da colori sgargianti, forme che ricordano i modelli più di moda ed un prezzo che non è paragonabile a quello che si può trovare nei negozi di ottica.

Per 5-10 euro possiamo indossare occhiali glamour ed esternare il nostro fascino. Ma cosa succede in realtà?

Le lenti scure di questi oggetti, che non è corretto definire occhiali da sole, riducono la luce che raggiunge gli occhi e per reazione la pupilla si dilata per bilanciare la luminosità.

Se le lenti non bloccano adeguatamente i raggi UV, attraverso questo foro pupillare più ampio entra una maggiore quantità  di radiazione dannosa. Tutto ciò aumenta in maniera esponenziale i rischi di lesioni e danni gravi agli occhi. 

Purtroppo questa abitudine di comprare occhiale da sole sulle bancarelle o comunque di scarsa qualità nei negozi di oggettistica, abbigliamento, ecc, si estende anche agli occhiali per bambini. 
Tanto lo perde subito” “Lo rompe dopo due minuti” sono solo alcune delle giustificazioni per non comprare ai figli occhiali di qualità. 

C’è poi da sfatare un mito: nei negozi di ottica si possono trovare occhiali di qualità ad un prezzo contenuto. Fidatevi del vostro ottico di quartiere, quello che conoscete da anni e che professionalmente può guidarvi in una scelta che non deve essere solo estetica ma anche di salute. 

Scopri gli altri articoli del blog
Seguici anche su Facebook

© 2018 Blund


Clicca qui per leggere la nostra informativa sulla privacy e l'utilizzo dei cookies


OM Ottica di Orlandi Marco P.IVA: 07322060588